• +39 010 4550378
  • info@lmstudios.it

Archivio dei tag social

RITORNA IL CORSO di SOCIAL MEDIA a GENOVA

COMPILA E ISCRIVITI SUBITO

Per imparare a sfruttare tutte le potenzialità  dei Social Network per lavoro/affari/vita privata

CORSO SOCIAL MEDIA MANAGER ISCRIZIONE


DURATA DEL CORSO: 10 ore (5 incontri di 2 ore ciascuno). Corso teorico/pratico

ARGOMENTI DEL CORSO:

  • Principali Social Network e loro caratteristiche (Facebook, Twitter, Instagram, Google +, YouTube, Pinterest, Tumblr)
  • Trucchi e segreti per sfruttare i social a nostro favore
  • Quali social network scegliere per la nostra attività?
  • Creazione di una campagna efficiente
  • Mettersi in proprio e lavorare nel web
  • Il calendario editoriale
  • Cenni sulla creazione di un sito web
  • Cenni sulla creazione di un blog

COSTO DEL CORSO: € 390,00

INIZIO DEL CORSO: al raggiungimento del numero minimo di 3 iscritti

SEDE DEL CORSO: LMStudios – Via Ruspoli 82r – Genova Foce

INFO: 010 4550378  info@lmstudios.it


ISCRIVITI SUBITO


CONDIVIDI

CORSO di SOCIAL MEDIA EXPERT

COMPILA E ISCRIVITI

CORSO SOCIAL MEDIA MANAGER ISCRIZIONE


FIGURA DI USCITA: Social Media Manager, Social Media Expert, Social Media Strategy

DURATA DEL CORSO: 10 ore (5 incontri di 2 ore ciascuno). Corso teorico/pratico

ARGOMENTI DEL CORSO:

  • Principali Social Network e loro caratteristiche (Facebook, Twitter, Instagram, Google +, YouTube, Pinterest, Tumblr)
  • La professione di Social Media Strategy e sbocchi occupazionali
  • Quali social network scegliere per la nostra attività?
  • Creazione di una campagna efficiente
  • Mettersi in proprio e lavorare nel web
  • Trucchi e segreti dei vari Social Network per sfruttarli al meglio
  • Il calendario editoriale
  • Cenni sulla creazione di un sito web
  • Cenni sulla creazione di un blog

COSTO DEL CORSO: € 350,00

INIZIO DEL CORSO: 8 Aprile 2017

SEDE DEL CORSO: LMStudios – Via Ruspoli 82r – Genova Foce

INFO: 010 4550378  info@lmstudios.it


ISCRIVITI SUBITO


CONDIVIDI

Marketing e comunicazione sono due parole troppo usate ma cosa sono veramente?

Marketing e Comunicazione.

Due parole coniate oltre 20 anni fa: usate, abusate, strausate da migliaia di creativi, agenzie di comunicazione, agenzie di eventi, aziende, marketing manager, social manager, social media manager, planning organizations, ecc.

Ma cosa sono veramente?

Cosa rappresentano oggi nel mondo moderno, considerando tutti i nuovi termini che ci circondano?

Sono ancora così importanti?

Sono determinanti per promuovere un brand o un prodotto?

Partiamo dal principio.

Il Marketing è una cosa, la Comunicazione è un’altra cosa.

Innanzitutto non si capisce come mai negli ultimi 15 anni, Marketing e Comunicazione siano state affiancate e usate spesso insieme.

E’ come mettere vicini vino rosso e vino bianco.

lm studios zenaverde genoa bike tour biciclette genova viral seo sem smo grafica video film foto marketing musica (8)

Certo, fanno sempre parte dello stesso settore, ma sono diverse e le competenze di chi le usa devono necessariamente essere differenti.

Chi si occupa di Marketing si occupa di strategie, di analisi, di capire come mai un determinato prodotto viene usato dagli utenti. 

Un Marketing Manager studia, osserva, analizza e poi decide quali strade percorrere affinché il prodotto o la sua promozione, possa o meno rispecchiare i gusti del pubblico.

Chi si occupa di Comunicazione, invece, fa un altro tipo di mestiere. 

Deve cercare le migliori strade per riuscire a comunicare al pubblico che il suo prodotto è migliore rispetto ad un altro, che è più adatto.

Deve capire quali contenuti usare (foto, video, testo, slogan).

E successivamente capire quali media usare (giornale, web, tv, radio, sms, ecc.)

Quindi, uno si occupa di analizzare il mercato e il prodotto sul mercato, l’altro di comunicare le caratteristiche al pubblico e cercare il modo di vendere visivamente il prodotto.

Come mai, allora, Marketing e Comunicazione sono stati messi vicini?

Oggi più che mai la parola Marketing è usata fin troppo spesso anche per indicare competenze che non sono propriamente di marketing.

Si pensi al Marketing on line che chiaramente fa sempre parte del Marketing, ma si occupa di un ramo, quello web, e non di tutto il marketing.

Alle campagne di Adv (advertising).

Alle PR (altra parola strausata).

Per non parlare di Social, Media, Events, Planning, Brainstorming, Focus group, Engagement, Follower, ecc.

Ogni parola ha un suo specifico significato ed è stata coniata per rappresentare un determinato aspetto anche se tutte, alla fine, fanno parte del macro gruppo al quale tutti siamo purtroppo soggetti: la vendita.

Ogni azione, ogni campagna, ogni analisi è finalizzata, alla fine, alla vendita.

Che sia di un bene o di un servizio, tutte le operazioni di marketing e comunicazione servono per vendere.

Per promuovere, consolidare un brand ma fondamentalmente per vendere.

E allora, perché non diciamo le cose come stanno?

Perché nascondersi dietro tante parole, tanti termini anglofoni, se alla fine dobbiamo parlare di vendere, di far acquistare quello che vogliamo pubblicizzare al maggior numero di persone?

Perché non ritornare a parlare in italiano?

Perché invece di advertising non diciamo pubblicità?

E invece di PR non diciamo conoscenze?

Al posto di Brainstorming non diciamo scambio di idee?

Veramente il mondo ha bisogno di tanti termini americani?

Veramente dobbiamo complicarci la vita quando, alla fine, il nostro ultimo fine è di vendere  quello che produciamo?

A voi il dibattito.

A me le strategie per promuovere le aziende che mi contattano per far conoscere il loro marchio, il loro servizio, il loro prodotto.

A voi la scelta di tornare con i piedi per terra.

A me quella di far capire quanto posso fare per una azienda, riempiendomi la bocca di parole e termini che fa figo pronunciare, ma che alla fine dovranno portare sempre e solo ad un risultato: quello economico!